Pubblicata il 12/05/2014

Lo sapevi che Negli ultimi dieci anni i furti in casa sono più che raddoppiati.?

Da un rapporto dell'O.N.S.C.I. (Osservatorio Nazionale per la Sicurezza dei Cittadini Italiani) emerge che mediamente in Italia si è andati incontro ad un aumento del 170% di furti negli ultimi 10 anni .

Solo nel 2013-2014 l’incremento è stato del 5,9%. "Si tratta - evidenzia il Censis - di un aumento molto più accentuato rispetto all’andamento del numero totale dei reati e dei furti nel complesso.( Fonte Censis 2013-2014).Come a dire che resta il furto l’«attività» in assoluto più praticata dai malviventi.

Ma a Prato ?

I numeri però in casa nostra testimoniano un vero e proprio disastro, dato che la provincia di Prato si piazza al 9° posto in Italia con 664 furti in abitazione nel 2014 ogni 100.000 abitanti, un aumento del 27,45% rispetto all’anno prima. In Toscana , Prato è seconda solo a Lucca, mentre Firenze è al ventottesimo posto. ( la Nazione 2015)



Perchè sono aumentati i furti in abitazioni private?

"I ladri scelgono sempre di più le abitazioni private perché oggi negozi, banche, uffici postali sono maggiormente dotati di sistemi di sicurezza, in grado di scoraggiare chi vuole commettere il reato o di individuarne il responsabile

i furti in appartamento richiedono minori competenze rispetto ad altri crimini, inoltre espongono raramente al contatto con il derubato (ricordiamo che in caso di aggressione le pene aumentano notevolmente) . 

la Crisi ha creato diffidenza nei confronti di Banche e investimenti finanziari, pertanto non è da escludere il ritorno al vecchio metodo del "risparmio sotto al materasso". Questo porta il ladro ad avere maggior certezza che difficilmente troverà la casa vuota, e che il bottino potrà risultare soddisfacente; ( fonte Censis)

Ma poi il ladro viene Preso ?

Il dato più allarmante è senza dubio il seguente: a fronte di  251 mila furti denunciati  SOLO 3600 sono stati gli arresti, matematicamente parlando siamo fermi al 1,4% di arresti compiuti, percentuale imbarazzante che evidenza l'impotenza delle forze dell'ordine. Per fare un esempio nella sola città di Firenze, nel periodo 2013-2015 i procedimenti per furto registrati sono stati circa 11 mila e di questi solo 206 sono stati chiusi con un presunto colpevole.



Si ma poi almeno viene Condannato?

Calcolando la media degli anni di reclusione comminati nell’ultimo decennio, emerge un indice di applicazione della pena ben distante dalle massime punizioni previste dal codice

penale per i singoli reati: la durata media della pena inflitta è di 2 anni per la rapina (da 3 a 10 anni) 0,4 anni per il furto (massimo previsto 3 anni).

(Indagine dell’Eures sulla certezza della pena in Italia)

 

Come tutelarsi dai furti in appartamento?

Il topo d'appartamento è rapido ed abile, deve compiere la propria azione in una frazione di minuti ed agisce per lo più sfruttando le disattenzioni degli abitanti. Si svaligia sempre e comunque: di notte e di giorno, da soli o organizzati in bande, spesso sfidando gli ignari inquilini mentre si trovano in casa. Parallelamente all’aumento dei furti, infatti, a disturbare i sonni tranquilli degli italiani è la crescita di un altro reato ancora più allarmante: le rapine in abitazione, con violenza o minaccia ai proprietari. Nel 2013 sono state 3.619, con una crescita vertiginosa nel decennio (+195,4%) e un incremento del 3,7% solo nell’ultimo anno.



Poche semplici precauzioni 

  • CHIUDERE SEMPRE LA PORTA e LE FINESTRE: sembrerà banale, ma la maggior parte dei furti avviene senza lo scasso di porte o serramenti
     

  • rendere pubblica la presenza di DISPOSITIVI DI SICUREZZA, quali allarmi, telecamere inferriate o cancelletti servirà da deterrente per ridurre sensibilmente il tempo a disposizione del topo d'appartamento per agire;
     

  • ATTENZIONE DI GIORNO: i dati statistici hanno sfatato il mito dei furti estivi e dei furti notturni, un'analisi sul 2014 evidenzia che, il ladro d'appartamento, agisce per lo più tra le 16 e le 21, orario in cui vengano abbassate le difese antiintrusione per la fine della giornata lavorativa. Dicembre sembra essere il mese più a rischio.
     

  • disporre di sistemi di SICUREZZA MECCANICA PASSIVA: le Grate di Sicurezza e Le inferriate sono un ottimo sistema per disincentivare il topo d'appartamento e allungare notevolmente la durata del suo tentativo di scasso; statisticamente l'80% dei tentati furti cade invano quando sono presenti delle grate in ferro.

 

Proteggi i Tuoi Familiari , i Tuoi Ricordi e Rendi Più Serena la Tua Vita

 

Rendi Sicura la Tua Casa con i Nostri Prodotti Certificati fino alla Classe 4

PENSIAMO A TUTTO NOI E TU SALDI A LAVORO FINITO !!

E IN PIU’

Risparmia il 50% della spesa sostenuta , grazie agli incentivi.